Andrea Lattanzi

Andrea Lattanzi

Scienziato mancato, poeta mancato, portiere e playmaker mancato. Musicista solo di sera e amante dell'ironia, Andrea Lattanzi è nato a Carrara il 29 maggio 1987. Cresciuto a lardo e polvere di marmo ha pubblicato il suo miglior articolo a 11 anni sull'edizione apuana de Il Tirreno, con un pezzo su Gino Bartali. E questo è tutto.

3

LA LUCE DELLA MORTE E L’OMBRA DELLA VITA: PERCHÉ VEDERE LA MOSTRA DI CAPA È UN DOVERE MORALE

«Ѐ stato un buon amico e un grande e coraggiosissimo fotografo. Era talmente vivo che uno deve mettercela tutta per pensarlo morto».   Se qualcuno avesse avuto dubbi sulla naturale equazione che lega indissolubilmente l’irrequietezza di Robert Capa alla fortuna della sua grande sensibilità di fotogiornalista, un tipino come Ernest Hemingway, scrittore vagamente interessato al tema della vita come a… Read more →

pirata

UNA SALITA VERA. IN RICORDO DI PANTANI

Dodici anni senza il Pirata. Il 14 febbraio 2004 moriva uno dei più grandi scalatori della storia. Ce lo ricorda un racconto di Andrea Lattanzi, pubblicato su Riot Van #15 – Letture Terminali. Buona lettura e forza Pantani!      Prologo. Da qualche parte, a Firenze “Non chiedermi neanche perché ti racconto questa storia” – gli dice lui un po’ avvinnazzato. Lei non muove… Read more →

Le scale di Calton Road. Cambia il ponte ma il Black Bull è sempre al suo posto. Spunta una galleria d'arte contemporanea

TRAINSPOTTING 18 ANNI DOPO. COME CAMBIA, BEVE E BRUCIA EDIMBURGO

  18 anni fa usciva il film Trainspotting, tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore scozzese Irvine Welsh. Cult di una generazione e ritratto, al tempo stesso, di un pezzo di Scozia che molti vorrebbero dimenticare ma che in qualche modo continua a vivere fra le strade di Edimburgo. Nel 2009 il Guardian lo aveva detto: la trainspotting generation, arrivata alla soglia dei… Read more →